Associazione culturale Winped - Web, Ingegneria, Pedagogia

 
Notizia provincia di Macerata - scambio di foto a scuola sui social Network PDF Stampa E-mail

Si scambiano foto osè della compagna, segnalazione del preside ai genitori

 

Una foto osé di una ragazzina delle medie scambiata attraverso un social network dai suoi compagni: questo sarebbe avvenuto nella scuola media Mattei di Matelica. Il fatto è stato portato all’attenzione delle famiglie degli alunni da una lettera del dirigente scolastico Antonio Trecciola, il quale ha invitato i genitori a prestare attenzione al contenuto che gira nei cellulari dei loro figli, al fine di evitare loro situazioni non adatte alla loro età. Da quanto emerge, una ragazzina si sarebbe fatta scattare in pose particolarmente discinte dal fidanzantino. Foto che il giovane aveva fatto con il suo cellulare e che poi sono finite, non è chiaro come, sui telefoni di altri compagni di classe. Trecciola così spiega quanto accaduto: “Mi erano giunte alcune segnalazioni a riguardo, per questo ho deciso di inviare la lettera ai genitori, i quali hanno il compito di controllare l’utilizzo che i loro figli fanno del cellulare. La nostra scuola svolge ogni anno incontri e lezioni sulle droghe ed anche sul corretto utilizzo di internet, i ragazzi di oggi utilizzano cellulari e social network in modo molto disinvolto, ogni tanto occorre controllare. Il compito della scuola è anche questo, quello di informare le famiglie delle situazioni che possono verificarsi. Ho saputo che il padre della minore ha sporto denuncia a tutela della figlia. Non ho visto le foto, si tratta di una situazione probabilmente dovuta ad un innocente episodio di gelosia tra ragazzini, occorre vigilare perché spesso loro non si rendono conto che da gesti innocenti possono derivare conseguenze pesanti”. Le voci in città, circolavano da diversi giorni. Il dirigente scolastico ha voluto coinvolgere le famiglie, in modo che ora siano i genitori a vigilare sui comportamenti dei figli.

 

 

fonte ufficiale: http://www.cronachemaceratesi.it/2014/04/15/si-scambiano-foto-ose-della-compagna-segnalazione-del-preside-ai-genitori/453181/

 

Non resta che educare, educare...e continuare ad Educare ...


 
I media, aiuto per farci sentire più prossimi - Messaggio di Papa Francesco PDF Stampa E-mail

"Cari fratelli e sorelle,

oggi viviamo in un mondo che sta diventando sempre più “piccolo” e dove, quindi, sembrerebbe essere facile farsi prossimi gli uni agli altri. Gli sviluppi dei trasporti e delle tecnologie di comunicazione ci stanno avvicinando, connettendoci sempre di più, e la globalizzazione ci fa interdipendenti. Tuttavia all’interno dell’umanità permangono divisioni, a volte molto marcate. A livello globale vediamo la scandalosa distanza tra il lusso dei più ricchi e la miseria dei più poveri. Spesso basta andare in giro per le strade di una città per vedere il contrasto tra la gente che vive sui marciapiedi e le luci sfavillanti dei negozi. Ci siamo talmente abituati a tutto ciò che non ci colpisce più. Il mondo soffre di molteplici forme di esclusione, emarginazione e povertà; come pure di conflitti in cui si mescolano cause economiche, politiche, ideologiche e, purtroppo, anche religiose.

 

Winped Tube

Banner

Dicono di noi

Banner