Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

 

Facebook controllerà maggiormente la validità degli account dei suoi utenti minorenni. Il social network, come molte altre aziende, richiede ufficialmente che i suoi utenti abbiano almeno 13 anni per utilizzare la piattaforma. Tuttavia, questo limite non ha scoraggiato i più giovani ad utilizzare comunque, attraverso piccoli stratagemmi, il social network, magari facendosi creare l’account direttamente dai loro genitori. Ufficialmente, Facebook chiede ai revisori del suo staff di sospendere gli account degli utenti sotto i 13 anni. In realtà, questa direttiva non è mai stata seguita. Le cose, adesso, però, dovrebbero cambiare.

 

Attualmente, infatti, i revisori della piattaforma bloccavano gli account solo dietro esplicita segnalazione. Adesso, la sospensione degli account avverrà proattivamente nel caso ci sia il sospetto che l’utente abbia meno di 13 anniFacebook ha, infatti, deciso di cambiare le linee guida dei suoi revisori umani, indicando che tutti gli account degli utenti più giovani con cui avranno a che fare, per qualsiasi motivo, dovranno essere sospesi. Spetterà, poi, agli iscritti minorenni dimostrare di avere più di 13 anni portando come prova, per esempio, la propria carta di identità. Nel caso i revisori verificassero che l’iscritto dovesse avere meno di 13 anni, l’account rimarrà sospeso sino al raggiungimento dell’età minima concessa.

 

Questo importante cambiamento alle policy di Facebook arriva come risposta ad un report di Channel 4 del Regno Unito, che aveva rilevato durante un’indagine che Facebook e Instagram spesso ignoravano il requisito dell’età minima. Un giornalista, infatti, era andato sotto copertura a lavorare come revisore ed aveva ricevuto l’invito ad ignorare il requisito minimo dei 13 anni.

 

Il cambiamento delle policy del social network non significa che, adesso, Facebook andrà a caccia di tutti i minorenni per verificare la loro effettiva età. Significa solamente che nel caso i revisori si imbattessero in iscritti potenzialmente troppo giovani, saranno tenuti ad intervenire seguendo le regole della piattaforma.

Queste nuove disposizioni saranno valide anche per Instagram

 

 

fonte : https://www.webnews.it/2018/07/20/facebook-controlli-account-minori/